euro
Finanza

Spread e moneta unica in rialzo. Milano in flessione

Lo spread torna a dare segnali di rialzo, anche se non ci sono preoccupazioni, come nella scorsa settimana. Si tratta di semplici assestamenti, nel frattempo che il nuovo Governo inizi i suoi lavori, dopo la fiducia di oggi alla Camera.

Il differenziale tra Btp e Bund questa mattina aveva aperto in calo, per poi sfondare di muovo il muro dei 250 punti. Ora si trova a 240 punti base, con una variazione del 1,35% rispetto a ieri. Il rendimento per i titoli decennali italiani si attesta al 2,87%.

Ora l’attenzione si sposterà inevitabilmente sulle prime mosse del Governo, e quelle della BCE, da cui dipendono gli acquisti dei titoli, nel programma di QE. La banca centrale dovrà prima o poi interrompere gli stimoli, e questo influirà sui Btp italiani.

Le borse

Milano in flessione questa mattina, dopo un apertura positiva. L’indice FTSE Mib era scivolato in negativo fino allo 0,90% per poi recuperare. Adesso Piazza Affari perde lo 0,32% (13:40 CEST).

Bene le altre piazze europee, che segnano positivi, tranne quella francese. A Francoforte, il Dax sale dello 0,27%, a Londra, il FTSE 100 guadagna lo 0,42%. Dopo un ottima apertura, si perde nel negativo anche Parigi, con il Cac 40 che ora va sotto dello 0,045%. Gira sulla parità anche lo Swiss Market di Zurigo.

In Europa si segnala la ripresa dell’euro, che torna sopra quota 1,17 sul dollaro. La moneta unica segna infatti il suo massimo nelle ultime due settimane, con un cambio a 1,1771 dollari.
A Tokyo, il Nikkei ha chiuso con il segno positivo (+0,38%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spam protection by WP Captcha-Free