borsa
Finanza

Borse in netto calo, e lo spread italiano riprende la sua salita verso l’alto

Lo spread tra Btp e Bund tedeschi ha ripreso a correre questa mattina. Sale del 9,98% dall’apertura dei mercati, arrivando a 268,80 punti base alle 10 e 30 della seduta. Sale anche il rendimento del Btp a dieci anni, fino al 3,15%.

La situazione sembra complicarsi con il G7 canadese, in cui sono previsti dei colloqui difficili con gli Stati Uniti a proposito di dazi e accordi ambientali. Secondo il New York Times, gli analisti di Trump hanno già avvertito il presidente delle possibili difficoltà per gli USA nel caso si dovesse proseguire con la guerra commerciale.

L’apertura borsistica

Apre molto male l’indice milanese. Ad un’ora e mezza dall’inizio delle contrattazioni il Ftse Mib è in rosso dell’1,49%. Anche Francoforte è in pesante perdita ora. Il Dax è in rosso di 1,36%. Meglio Londra, con il Ftse 100 sotto dello 0,77%, e il Cac 40 di Parigi a che segna il -0,52%. A Zurigo invece, lo Swiss Market perde lo 0,96%.

In mattinata l’euro scende sul dollaro, quotandosi a 1,1794. Anche lo yen scende sulla moneta unica. La coppia USD/JPY ora è quotata a 129,26 dollari.
È andata male l’economia giapponese, con il Pil del paese che ha deluso gli analisti. Si prevedevano dei risultati migliori, ma invece il Pil è sceso nel primo trimestre, dello 0,6%. Si ferma anche l’industria tedesca, sia negli ordinativi che nella produzione.
Sale il prezzo del petrolio, almeno per il Wti, su dello 0,3%, a 66,02 dollari al barile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spam protection by WP Captcha-Free