Monte paschi
Economia

La Lega affossa Mps: titolo a -8%. Padoan contro Borghi

Le dichiarazioni del responsabile economico della Lega, Claudio Borghi, hanno scosso i mercati, punito il titolo Mps e scatenato la reazione del Ministro Padoan.

La Lega pensa ad un cambio ai vertici dell’istituto bancario che resterebbe in mano pubblica. Tramite Borghi, il Carroccio annuncia la rinuncia alla vendita di Monte dei Paschi, perché “patrimonio del Paese”.

Le reazioni

Pronta la risposta del Ministro dell’Economia, Padoan, secondo cui questa nuova linea decisa dall’alleanza M5S-Lega creerebbe “una crisi di fiducia” sul titolo Mps. A rischio sarebbero gli investimenti pubblici fatti per il salvataggio della banca, che nelle intenzioni del governo Pd avrebbero dovuto tramutarsi in un profitto per la vendita dell’Istituto di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti.

Con l’ultima trimestrale, il titolo della banca aveva avuto un significativo rally del 20% in due giorni. Stamattina il crollo in apertura, e un parziale recupero. Attualmente il titolo perde il 2,94%.

Risposta anche da parte dell’Ad di Monte Paschi, Marco Morelli, che naturalmente è più soft, essendo un “dipendente dello Stato”. Naturalmente – “Gli azionisti hanno assoluta libertà di decidere e valutare quello che ritengono più opportuno fare. Noi abbiamo un piano, andiamo avanti su quello”.

Il cambio degli obbiettivi è dunque una delle prerogative del maggior azionista, lo Stato, ed è contenuta nel contratto di governo siglato tra i due partiti vincitori delle elezioni. Il Tesoro italiano controlla il 68% della banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spam protection by WP Captcha-Free