Economia

Cosa entra nel paniere 2019 dell’Istat

È di questi ultimi giorni la notizia sulle novità circa il paniere Istat per l’inflazione.

Questo aggiornamento, chiarisce l’Istat, si basa sui cambiamenti che sono venuti fuori sulla base delle abitudini di spesa delle famiglie italiane, sull’evoluzione delle classificazioni e delle norme che le regolamento e in particolare va ad arricchire l’ampia gamma di prodotti che rientrano in quei consumi già consolidati.

In generale, il valore del prezzo utilizzato ogni mese per poter stimare l’inflazione riguarda circa 6.000.000 e differenti sono le fonti dalle quali viene attinto: circa 458.000 vengono raccolte sul territorio dagli Uffici comunali di statistica, 238.000 dall’Istat, più di 5.200.000 attraverso scanner data, mentre 86.000 vengono dalla base dei prezzi dei carburanti elaborati dal Ministero dello Sviluppo economico.

Tra le nuove abitudini riguardanti il consumo delle famiglie nel 2019 vi sono:

  • zenzero e frutti di bosco, per quanto riguarda i beni alimentari;
  • bicicletta elettrica, scooter e car sharing nel ramo dei trasporti;
  • cuffia con microfono nell’ambito tecnologico;
  • hoverboard, ovvero il noto skateboard elettrico con ruote, per quanto riguarda gli articoli sportivi,
  • web tv per quanto riguarda gli abbonamenti alla pay tv.

Se da un lato si registrano tutte queste novità, invece purtroppo escono dal paniere:

  • lampadina a risparmio energetico,
  • cd e dvd.

Sulla base di questi dati ne emerge che ad essere cambiati sono i gusti e gli interessi degli italiani che si orientano maggiormente verso una tipologia di mobilità sostenibile – rappresentata da bicicletta elettrica, scooter e car sharing – e tutto ciò che riguarda le novità nell’ambito tecnologico testimoniato dalle cuffie con microfono, che possono essere utilizzate sia per i videogiochi che per la comunicazione tramite web.

L’Istat inoltre sottolinea il boom dell’hoverboard, lo skateboard elettrico tanto amato dai bambini e non solo e dell’internet tv.

Purtroppo, però le più moderne lampadine a Led, che erano già presenti nel paniere dei prezzi al consumo, hanno definitivamente scalzato le lampadine a risparmio energetico come sottolineato dallo stesso Istituto di statistica.

Oltre alle novità presenti nel paniere, l’Istat ha provveduto ad apportare degli aggiustamenti, non a caso ad incrementare la gamma di quei prodotti che rappresentano consumi consolidati, entrano anche:

  • sedia, tavolo e mobili da esterno, per i mobili da giardino;
  • traversa salva letto e pannoloni nell’ambito dei prodotti medicali;
  • prezzi dell’Energia elettrica del mercato libero, uniti a quelli del regime di maggior tutela.

In sintesi, il paniere del 2019 impiegato per il calcolo degli indici Nic (per quanto riguarda l’intera collettività nazionale) e Foi (per le famiglie di impiegati e operai) contiene 1.507 prodotti elementari, che vengono raggruppati in 922 prodotti, raccolti a loro volta in 407 aggregati; mentre per quanto riguarda l’elaborazione dell’indice Ipca (stabilito a livello europeo), viene adottato un paniere di 1.524 prodotti basilari che sono raggruppati in 914 prodotti e 411 aggregati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spam protection by WP Captcha-Free